corso Massaggio  mioFASCIALE

Lavoro tra i muscoli

Il massaggio miofasciale viene utilizzato sia a scopo preventivo,

sia per il trattamento delle rigidità e delle contratture della muscolatura.


Il massaggio miofasciale prende il nome dal suffisso “mio” che deriva da muscolo e “fasciale” da fascia. Si tratta di una tecnica di terapia manuale che non lavora sui muscoli, ma tra i muscoli (cioè sulla fascia che li riveste).

Pur richiedendo da parte dell’operatore grande precisione e buona conoscenza dell’anatomia, il massaggio miofasciale è di facile esecuzione e può essere modulato in base alle necessità del destinatario.

I muscoli del corpo sono disposti in fasce ordinate avvolte da guaine di tessuto connettivale che formano una rete estesa chiamata sistema miofasciale. Il metodo utilizzato per questo massaggio neuro-muscolare lavora proprio su questo ampio tessuto elastico agendo al contempo sul fronte muscolare e nervoso. La pressione esercitata dal massaggiatore è forte ed energica, indirizzata alle fasce muscolari interessate, rendendo i muscoli più elastici e vivaci e riattivandone le funzioni.

Il massaggio miofasciale viene utilizzato sia a scopo preventivo, sia per il trattamento delle rigidità e delle contratture della muscolatura. Questa tecnica agisce sulla fascia (tessuto connettivale resistente che riveste ed unisce i ventri muscolari) attraverso trazioni e compressioni, effettuate a livello delle zone dolenti e del muscolo nella sua totalità.

 

Il rilascio miofasciale viene effettuato in modo dolce al fine di evitare tensioni difensive e con lo scopo quindi di:

• liberare restrizioni e dolori,

• rigenerare i tessuti,

• drenare le tossine poiché la distensione della fascia stimola il sistema linfatico,

• svolgere un’azione ossigenante poiché viene stimolato il sistema circolatorio,

• svolgere un’azione antistress,

• aiutare il riequilibrio posturale.

 

COSA SI IMPARA

- Cenni di anatomia muscolare

- Riconoscere problematiche muscolari attraverso lo studio della postura corporea

- Manipolazione della fascia muscolare–connettivale

- Trattamento dei trigger points (punti di tensione) principali

- Rilassare le contratture e riattivare la circolazione