ORO BIANCO - Anti-Tache Day and Night Face treatment

 

Crema ad effetto schiarente indicata per il trattamento d’urto delle iperpigmentazioni cutanee. Agisce grazie alla combinazione di attivi nati dalle più recenti ricerche scientifiche nell’ambito della tecnologia cosmetica (estratto di plancton) abbinati a sostanze note da tempo per la loro efficacia sulle macchie (acido cogico) e all’olio di vinaccioli, depigmentante naturale. La crema può essere applicata sia sulle zone da trattare sia su tutto il viso, per un colorito uniforme.

 

INGREDIENTI: ...............

 

MODO D'USO: ...........

 

SOSTANZE ATTIVE

Olio di vinaccioli

Ricco di polifenoli e di acido linoleico (omega 6), antiossidante, nutriente e rassodante. Combatte le macchie scure della pelle. Stimola la

microcircolazione cutanea.

Vitamina E

Antiossidante, idratante e protettiva.

Acido cogico 1%

L’acido cogico appartiene alla famiglia degli idrossiacidi, è una molecola molto utilizzata in cosmesi per la sua efficacia nel contrastare le macchie

cutanee (azione depigmentante). Agisce chimicamente bloccando la Tirosinasi, l’enzima responsabile della sintesi della melanina, ed essendo una piccola molecola è capace di penetrare in profondità. In definitiva, l’acido cogico sopprime la produzione di melanina e attacca quella già formatasi decolorandola, e quindi schiarendo le macchie. L’acido cogico è indicato per trattare cheratosi e iperpigmentazioni dovute a vari motivi (uso di farmaci e sostanze chimiche, cloasma, macchie senili). L’acido cogico svolge anche un’azione esfoliante, antiossidante e rigenerante, è indicato pertanto anche nei protocolli di trattamento antiage. Utilizzato in combinazione con l’acido glicolico, si ottiene un potenziamento dell’effetto depigmentante.

Estratto di Plancton 2%

Estratto ottenuto dalla biotecnologia da un microrganismo marino isolata dalla costa sud-ovest dell’isola di Tenerife. Agisce su più fasi del processo di pigmentazione, di conseguenza riduce il deposito della melanina nell’epidermide. Migliora la luminosità del viso, riduce la visibilità delle aree

iperpigmentate (effetto schiarente) per uniformare il colorito della pelle. Il processo attraverso il quale melanociti producono melanina (melanogenesi) e la distribuiscono nella pelle è complessa e coinvolge più passaggi. L’estratto di plancton è capace di modulare diversi passaggi con i seguenti effetti:

- diminuisce la formazione e la maturazione dei melanosomi,

- riduce i livelli e le attività della tirosinasi,

- diminuisce l’assorbimento di melanina da parte dei cheratinociti

- induce l’espressione di geni coinvolti nella riparazione del DNA, necessario a causa della perdita di pigmento UV-protettivo.